Stand Democratico 2011

[Not a valid template]

La poesia di Francesca Sandre per il Capanon 2011

Venghino siore e siori
venghino al nostro capanon,
qua el magnar l’è sempre bon.
Forza che questa a é l’ultima occasion,
dato che Tremonti, el Santo Patrono,
el manda in pension!
Pecà, parchè aea zente de San Donà
no te pol cavarghe sta tradizion qua.

Na vecia foto dei primi del novezento
mostrea el paese in gran fermento.
Capanei de contadini vestii da festa
i se trovea al Foro Boario
par vender e comprar,
par combinar qualche bon afar,
stando atenti a no’ farse fregar.
Intanto e femene,
godendose un fià de libertà,
e ‘ndea in giro par el marcà,
ciacoeando co’ a comare o co’ qualche amiga
e contando quant granda che a iera a fadiga
e quant che é dovea penar
par poder a suocera soportar!
Drio a strada putei coi sguardi imbamboeai
i se fermea davanti a saltimbanchi,
giocolieri e buratinai.

Adess a fiera no a é pì quea:
l’é manco miseria, forse a é pì bea.

Ai me tempi a Cina a jera na ostaria
adess a Cina a é in ogni via.
Coe tripe, el bacaeà e i folpi
se magna anca el cous cous
e a piadina,
che forse no a fa parte
dea nostra cultura contadina,
ma a rende pì varia a nostra cusina.

Come tanti ani fa, de sti tempi,
schei in scarsea ghi né pocheti,
ma che bel incontrarse drio a via,
e magnar al capanon tuti in compagnia,
sentirse parte de na comunità
che no vol desmentegar el so passà,
par vardar vanti
co’ otimismo e soidarietà.

Related Images:


1 Commento - Lascia un commento

  • Inviato da: annamaria pugliese
    il alle ore:

    complimenti, è bellissima! è come sfogliare un album fotografico del passato………….

Lascia un commento


*obbligatorio
**obbligatoria, non verrà pubblicata